Befana gli eventi più belli in Italia

Con la scopa di saggina, in motocicletta o in gondola, la Befana moderna gira l’Italia di città in città.

Di Silvia Sperandio

E’ appena iniziato il 2021 e tra poco arriva l’ultima delle celebrazioni che chiudono le festività natalizie in Italia. Il 6 Gennaio, come da tradizione, arriva la Befana che vola con la sua scopa attraversando l’Italia da Nord a Sud isole comprese, portandosi via tutto ciò che di negativo c’è stato nell’anno passato e aprendo con gioia, simpatia e quest’ anno anche tanta speranza di una nuova e prosperosa ripartenza, l’anno nuovo.

La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte il vestito alla romana, evviva evviva la Befana

Filastrocca della Befana

Ma chi è la Befana, questa arzilla vecchietta che il giorno dell’Epifania vola di casa in casa a portare dolcetti o carbone ai bambini?

Celebrata in tutta Italia e tanto attesa dai bambini, la Befana è legata a tradizioni antiche così come le leggende che la ricordano, una delle quali narra che il giorno della nascita di Gesù i Re Magi chiesero ad una vecchietta se potesse indicare loro la casa del futuro Re, ma la donna non seppe dar loro risposta. I tre re proposero alla nonnina di aggregarsi a loro, ma ella rifiutò nonostante la loro insistenza, e quando infine si decise a seguirli, realizzò di essere rimasta sola ma non si perse d’animo. La vecchietta mise tanti dolci in un grande sacco e camminò, bussando di casa in casa, alla ricerca del santo bambino e donando un dolcetto ai piccoli che incontrava lungo la via.

Befana o Strega…. il 6 Gennaio torna la buona befana a portare dolcetti ai bambini. Foto di OpenClipart-Vectors

La notte del 5 gennaio da tradizione, i bambini di tutta Italia, usano appendere in casa delle calze e delle Befane che troveranno piene di dolcetti e caramelle il giorno seguente, e si usa anche lasciare sul tavolo in cucina un bicchiere di latte e un piatto di biscotti per la vecchietta, che userà per rifocillarsi tra un viaggio in scopa e l’altro. Attenzione però, se i bimbi sono stati monelli nelle calze troveranno il carbone che se anche per l’occasione è fatto di zucchero, rimane pur sempre nero e duro sotto i denti.

Molte sono le città dove si celebra il giorno della Befana con eventi che vanno dai mercatini dell’artigianato a falò, da presepi viventi a sfilate dei Re Magi, da Befane che scendono dai campanili a fantocci di Befana che finiscono nel falò di grandi piazze, e si moltiplicano anche gli eventi a scopo benefico come la Motobefana di Milano.

La Befana di Torino ha due buchi nel calzino,
mentre quella di Milano ha due toppe nel pastrano.
Arrivata a Riccione si compra un bel maglione,
e alla scopa stanca di volare fa fare un bel tuffo in mare.
La Befana aquilana, 
ai biscotti preferisce la pasta all'ammatriciana,
mentre quella di Palermo,
va in vespa, lo confermo!
Di qualunque parte di Italia sia,
il vecchio anno si porta via,
lasciando ai bimbi buoni
tanti dolcetti e molti doni,
ma a chi è stato un po' birbante,
nella calza mette carbone e abbondante.

Per il 2021, a causa del prorogarsi dell’emergenza Covid e non potendo garantire il distanziamento sociale, parecchi di questi eventi sono stati annullati ciò nonostante, sono tradizioni belle da conoscere anche perchè potrebbero esserti utili per organizzare il tuo prossimo tour dell’Italia, quando potremo tornare a viaggiare in sicurezza!

Brusa la Vecia: In Veneto a Verona in piazza Bra, dove l’arena fa da sfondo alla bellissima celebrazione dell’antico rito popolare di passaggio tra il vecchio anno e quello nuovo, “La Vecia“, (la vecchia in dialetto veneto) viene realizzata in grandi dimensioni a simboleggiare l’anno trascorso per poi essere gettata nel grande falò che idealmente brucia via tutto ciò che di negativo è avvenuto durante l’anno appena passato, lasciando nuova vita all’anno nuovo. L’evento propiziatorio avviene al calar del sole verso le 18.00, accompagnato da musiche e balli che in tempi non covid, coinvolgono sia veronesi che turisti. L’occasione è golosa anche per visitare la bellissima e antica città di Verona che ti conquisterà con il suo romanticismo.

Duomo di Milano-Foto di EnjoyItalyGo

La Befana benefica: In Lombardia un’altro evento arrivato nel 2020 alla sua 53° edizione è la sfilata di moto organizzata fin dal 1967 dal Motoclub Ticinese di Milano ed intitolato “Un sorriso per un giorno“. Voluto dai fratelli Nino e Sergio Rovatti e da un gruppo di amici che condividevano la passione per le due ruote motorizzate, ha preso il via l’idea di portare dei doni ai bambini il giorno della Befana da parte dei motociclisti milanesi. L’ente scelto fu L’Istituto dei Martinitt (martinin in dialetto milanese significa orfano e prende il nome dalla chiesa di San Martino vicino alla quale sorgeva la casa che ospitava i bambini rimasti orfani o abbandonati), fondato a Milano nel 1532 l’Istituto è attivo ancora oggi. La Befana benefica motociclistica si ripete tutti gli anni (ma sospesa fino ad ora solo nel 2021 causa Covid) con centinaia di moto che sfilano per le vie della città meneghina per portare doni anche ad altri istituti quali il Piccolo Cottolengo Don Orione di Milano e l’istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone. L’intento dei motociclisti che spesso sono travestiti da Befana in sella alla loro moto, è quello di far arrivare ai piccoli ospiti “Un sorriso per un giorno”.

In Veneto il 6 Gennaio si celebra il giorno della Befana e a Venezia oltre alle Befane che si vedono in giro per le calli, c'è la bellissima regata dove arzille Befanone si sfidano sulle gondole a colpi di remi.
La regata delle Befane in una serie di immagini prese da Google

La Befana in gondola: In Veneto A Venezia la tradizione vuole che dal 1978 la Befana preferisca la gondola alla scopa di saggina. Furono 2 soci della Reale Società Canottieri Bucintoro Asd a sfidarsi il 6 Gennaio di 43 anni fa, sulle acque del Canal Grande e dal quel dì, ogni anno, i gondolieri si sfidano rigorosamente vestiti da Befane, nella gara più simpatica dell’anno. La regata è patrocinata sia dalla Regione Veneto che dal comune di Venezia e vede i concorrenti over 50 affrontarsi a colpi di remo sulle gondole, vince chi per primo taglia il traguardo all’altezza del bellissimo Ponte di Rialto dove simbolicamente verrà appesa una gigantesca calza. In tempi non Covid solitamente le calli (così vengono chiamate le vie) di Venezia sono popolate di veneziani e turisti curiosi nel vedere molte Befane, anche in giro a piedi.

La Befana in bicicletta: In Emilia Romagna da qualche anno nel centro di Bologna il 6 gennaio la Befana se ne va a spasso in bicicletta per le vie della città mentre dolcetti e cioccolata calda vengono gustati dalla folla di grandi e bambini.

E' nel Lazio una delle città più giovani d'Italia. Sabaudia infatti è nata solo nel 1933 quando a seguito di una bonifica della zona costiera, venne costruita la ormnai nota città balneare.
Lazio_ Veduta di Sabaudia dall’alto e dei laghi costieri

I giganteschi dolci di Torino: Voliamo ora in Piemonte. Lo storico bar Al Bicerin di Torino per il giorno dell’Epifania nel 2020 aveva offerto un gigantesco gianduiotto (il cioccolatino tradizionale piemontese) ai torinesi. 5 kg di squisito cioccolato offerto nel bar dove Camillo Benso conte di Cavour amava intrattenersi nei momenti di relax, sì perchè questo bar ha solo, si fa per dire, 257 anni di attività alle spalle!

A Sabaudia, nel Lazio la città più giovane d’Italia fondata solo nel 1933, la Befana lascia la scopa per viaggiare in barca e sbarcare in città dopo aver attraversato uno dei laghi costieri.

E ultima, ma solo per questo mini viaggetto, c’è la Befana di Urbania nelle Marche, dove si narra che la vecchietta appariva in eventi magici già in età precristiana. Il termine “Befana” deriva dal greco “Epifania”, ovvero “apparizione” o “manifestazione” ed ecco perchè il 6 Gennaio si chiama giorno dell’ Epifania.

La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte, il vestito alla romana, viva viva la Befana.

A Urbania la Befana è legata alle tradizioni, infatti viaggia sulla scopa di saggina e vola sui tetti entrando in casa dal comignolo del camino e, a latte e biscotti preferisce trovare sul tavolo della cucina un bicchiere di vino rosso accompagnato da mandarini o arance. Questa usanza veniva portata avanti anche nella vicina Umbria, dove fino a qualche decennio fa, la Befana lasciava nelle calze dei bambini mandarini, arance, frutta secca e qualche dolcetto.

Ma torniamo a Urbania, dove i festeggiamenti sono lunghi e di solito durano tre giorni durante i quali le Befane invadono la cittadina e scorrazzano a piedi donando dolcetti ai bimbi buoni o facendo ramanzine ai bimbi monellini. Qui qualche anno fa è stata cucita una calza di ben 50 metri di lunghezza, portata in corteo da qualche centinaia di forzute Befanone, sì perchè 50 kg di calza pesano e non poco. La festa della befana a Urbania è qualcosa davvero da non perdere, passeggiando nelle vie della città si vedono le bellissime luminarie che evidenziano le colorate calze appese alle finestre e ai portoni delle case. Per tre giorni si diventa tutti bambini, con i giocolieri, gli artisti di strada, i trampolieri, i mercatini e immancabile l’appuntamento che corona i festeggiamenti: il volo della Befana dal campanile accompagnato da una pioggia di caramelle che scendono dal cielo al posto dei fuochi d’artificio. Durante i festeggiamenti, alcuni monumenti importanti della città vengono aperti e sono visitabili con una guida d’eccezione, la Befana appunto!

E chiudo con una curiosità: una supercalza da circa 80 metri di lunghezza, 1 metro di diametro e 3 metri ed oltre di circonferenza, per un peso stimato di circa 600 chilogrammi è stata cucita qualche anno fa, a Pietramelara nel casertano in Campania.

A Causa dell’emergenza pandemica collegata al diffondersi del coronavirus, le manifestazioni del 2021 potrebbero subire modifiche se non addirittura essere annullate, ti chiedo gentilmente di verificare con le autorità locali di ciascun luogo, l’eventuale conferma della manifestazione.

Lavoro nel mondo del turismo da sempre, in hotel, in ristoranti e compagnie aeree dove ho avuto anche Niki Lauda come capo. Dal 2017 organizzo corsi di formazione professionale per varie realtà nel mondo dell’ospitalità fra le quali A.L.P.A. (Associazione Lombarda Portieri d’Albergo); U.I.P.A. (Unione Italiana Portieri d’Albergo); FORMATEMP. Mi occupo di consulenza e formazione nel campo del turismo, Hospitality e food and beverage. EnjoyItalyGo è il mio nuovo progetto, di cui sono fondatrice, attraverso il quale desidero far conoscere il genius loci dell’Italia, nel mondo. Sono innamorata dell’Italia e insieme ai talentuosi redattori di EIG e ai molti professionisti con cui collaboro, ve la farò scoprire! Linkedin.

I have always worked in the world of tourism, in hotels, restaurants and airlines where I also had Niki Lauda as a boss. Since 2017 I have been organizing professional training courses for various realities in the hospitality world, including A.L.P.A. (Lombard Association of Hotel Porters); U.I.P.A. (Italian Union of Hotel Porters); FORMAT TEMP. I deal with consulting and training in the field of tourism, hospitality and food and beverage. EnjoyItalyGo is my new project, of which I am the founder, through which I want to make known the genius loci of Italy in the world. I am in love with Italy and together with the talented editors of EIG and the many professionals I work with, I will let you discover it! Linkedin. 

Redazione EnjoyItalyGohttp://www.enjoyitalygo.com
Viaggiamo in Italia alla scoperta di luoghi meravigliosi da proporti per farti vivere un'esperienza unica ed indimenticabile. Noi della redazione di EnjoyItalyGo siamo prima di tutto un gruppo di amici che condivide la passione per il turismo e lo vede da prospettive differenti. Ciascuno di noi vive il turismo quotidianamente lavorandoci dentro! Silvia, Ugo e Jack operano nell'Hospitality a stretto contatto sia con i manger dell'ospitalità che con gli Ospiti dell'albergo; Ambra è un Hotel Manager; Elena è un vulcano di idee in costante eruzione e ha un punto di vista mooolto curioso ed autentico, mentre Olga è arrivata in Italia da turista e qui è rimasta avendo trovato l'amore. Andrea è appassionato di storia e di sport Abbiamo unito idee e talenti per metterli a vostra disposizione. Parlarti dell'Italia per noi è passione, emozione, è farti fare un'esperienza. Il Bel Paese è ricco di tutto questo, nella sua storia, all'interno di una ricetta o di un bicchiere di vino, dentro un museo. Passeggiando tra le vie di borghi e città oppure fra sentieri immersi nella natura, scoprirai con noi angoli insoliti ed affascinanti. resta solo da preparare la valigia e partire! Buona lettura La Redazione di EnjoyItalygo

Related Stories

Discover

Glamping tra le giraffe

Glamping, un'esperienza immersiva tra gli animali del parco faunistico Zoom di Torino.

Il Consorzio del Collio si tinge di rosa

Direzione al femminile in Friuli Venezia Giulia per il Consorzio di Tutela Vini Collio....

E’ francese la bottiglia di vino da record battuta...

La celebre casa d'aste fiorentina Pandolfini specializzata nel settore del vino con l'ultima asta...

Between Chambave and Saint-Marcel, an all-round sporty landscape.

By Silvia Sperandio Translated by Jack Davidson Walmsley A new landscape area will enhance all the...

Triora e il borgo delle streghe

La Liguria nel suo entroterra ospita da oltre 500 anni il borgo delle streghe, Triora.

La pastiera napoletana: storia e origini del dolce di...

Pasqua a Napoli: un’associazione che ci proietta subito in una dimensione di festa, famiglia,...

Popular Categories

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here