A Dossena la PASSERELLA PANORAMICA A STRAPIOMBO

IL BECCO inaugurata la passerella di Dossena

Inaugurata il 27 Ottobre 2023, la passerella in acciaio denominata il –Becco– si protende per 16 metri sulla sommità di una falesia verticale e regala una vista mozzafiato a strapiombo sulla Val Parina, nel bergamasco. L’opera fa parte di un’insieme di esperienze turistiche come le ex miniere e il ponte tibetano che ti portano a vivere in modo immersivo il territorio.

Dossena -IL Becco- la passerella

Il “Becco”,nome evocato dalla forma della passerella, dona una vista spettacolare in località Culmine di Paglio a Dossena, in Valle Brembana. Sedici metri di lunghezza che si protendono verso il vuoto. L’opera sorge a strapiombo su una falesia verticale alta 150 metri, a un’altitudine di 1.170 m.s.l.m., regalando una vista amplissima sulla sottostante Val Parina e, di fronte, l’imponente sagoma del monte Ortighera.

Il “Becco” si trova a circa due chilometri dal centro abitato ed è stato realizzato in un’area antropizzata che, in passato, era parte del cantiere minerario dove si estraeva fluorite (attività chiusa nel 1982).

Dopo la riapertura delle ex miniere dove si trova il parco avventura speleologico unico in Europa nel suo genere, e del ponte tibetano che hanno portato quasi 40 mila visitatori in un anno, Dossena ti regala una nuova emozione valorizzando un territorio tutto da scoprire in chiave turistica, storica, culturale e naturalistica.

Il Becco

LE CARATTERISTICHE DEL “BECCO”

Il “Becco” con la sua particolare struttura in acciaio rivestita in cortain si protende a strapiombo sulla falesia per 16 metri. La base poggia su un dosso in pietra calcarea. La vista verticale del pendio roccioso è assicurata anche a livello di pavimentazione, realizzata in pannelli grigliati elettrosaldati. Si potrà salire al massimo in trenta persone alla volta, rispettando un preciso codice di comportamento. Il parapetto mantiene la massima trasparenza, in contrasto con l’elemento pieno di supporto. La larghezza del punto panoramico al suo punto più esposto è di 1,20 metri, per consentire a due persone contemporaneamente di ammirare la vista dal punto più esposto, che si candida ad essere luogo di emozioni ma anche di sosta e meditazione. Progettista e direttore dei lavori è l’ingegner Antonio Lotti dello studio Fontana & Lotti Lorenzi di Riva del Garda (Trento), mentre i lavori sono stati condotti dall’impresa specializzata Fitzcarraldo di Valmadrera. Un cantiere molto particolare, per il quale sono stati impiegati anche degli elicotteri. La Val Parina su cui il “Becco” si affaccia dal 2020 è inserita nel circuito delle “Aree Wilderness”, che si caratterizzano per il mantenimento di uno stato morfologico e paesaggistico ancora selvaggio, nonostante i millenni di civilizzazione e sviluppo.

Il Becco – la passerella panoramica a strapiombo in località Dossena (BG)

Il Becco curiosità

L’opera è costata complessivamente 240.000 euro, di cui 150.000 finanziati grazie all’ Accordo di programma siglato con Regione Lombardia (ente cofinanziatore) e per la parte restante con fondi comunali. I lavori avevano avuto inizio nel mese di ottobre 2022 e sono terminati ufficialmente a settembre 2023.

Le prossime novità del territorio

Gli enti locali sia pubblici che privati non smettono di stupirci, in fatti il Gruppo Giovani Dossena “GroWiTheTrees”, si è fatto artefice dell’iniziativa volta a finanziare la riqualificazione del bosco attorno alle miniere di Dossena per donarci uno spazio verde di riconnessione tra persone e natura: un ettaro e mezzo di bosco sarà bonificato e sarà realizzata una “piazza verde” con punti di sosta con tavoli, panche, cestini per la raccolta differenziata e nuovi percorsi didattici e sensoriali dove scoprire la flora e la fauna che abitano i boschi di Dossena.

L’associazione Cultura Dossena mette sul tavolo delle nuove future esperienze territoriali il progetto “Strada delle miniere”, riqualificando una porzione di territorio compresa tra la zona del “Becco” e quella delle miniere. Tra le opere, sarà realizzata anche una scultura raffigurante il lavoro in miniera.

Silvia Sperandio
Silvia Sperandiohttp://www.enjoyitalygo.com
Professionista dell'Hospitality e Tourism Solution Developer, lavora nel turismo da sempre valorizzando il territorio locale. E' stata Food & Beverage Manager alla Hilton Garden Inn, Front Office Manager e Concierge Les Clefs d'Or . Formatore certificato Cepas/ Bureau Veritas al nr 289 del Registro dei Corsi Qualificati. Dal 2017 organizza corsi di formazione professionale per varie realtà fra le quali: A.L.P.A. e U.I.P.A. Les Clefs d'Or; Formazione continua; Formazione finanziata e aziende. EnjoyItalyGo è il suo progetto editoriale, di cui è fondatrice ed editore, attraverso il quale desidera far conoscere l’Italia nel mondo. E' innamorata dell’Italia e insieme ai talentuosi autori di EIG e ai molti professionisti con cui collabora, desidera portare la cultura del Bel Paese nel mondo.

Related Stories

spot_img

Discover

Scoprire l’Alta Valle Brembana con “Le Erbe del Casaro”

Un'Esperienza Enogastronomica Unica Se sei alla ricerca di un'esperienza autentica che unisca natura, cultura e...

Yukimura Dojo Parabiago sugli imminenti Tatami Internazionali

Due atleti straordinari nel mondo dello sport dello Yukimura Dojo di Parabiago sfideranno i loro avversari sul palcoscenico internazionale delle gare di arti marziali. Luca Laveglia e Stefano Parmigiani, entrambi cinture nere di Nippon Kempo, porteranno l'onore dell'Italia rispettivamente in Messico e in Giappone nel corso del 2024.

Il vino come fulcro del turismo: Una prospettiva italiana

Nel pittoresco borgo di Dozza, gioiello incastonato nelle colline dell'Emilia-Romagna, si terrà un evento senza precedenti destinato a illuminare il ruolo del vino nel panorama turistico italiano. Il convegno "Il ruolo del vino come driver turistico", organizzato con cura da Enoteca Regionale Emilia-Romagna, Fondazione Dozza Città d’Arte e il Comune di Dozza, si terrà venerdì 10 maggio alle ore 17:00, nella maestosa cornice della restaurata Sala Grande della Rocca di Dozza (BO).

Viaggia in Friuli con i treni storici

Un viaggio a bordo dei treni storici nel cuore del Friuli, ecco come puoi prenotare i tuoi biglietti e altre informazioni utili.

Scopri il Friuli Venezia Giulia con il Trenino Storico

In Friuli fino al 15 dicembre, sono previsti ben 24 appuntamenti che ti condurranno alla scoperta della regione con i treni storici

In Friuli con i Treni Storici a Luglio, Agosto,...

Visita il Friuli con i treni storici con un calendario ricco di appuntamenti ed itinerari fra storia e natura per tutta l'estate 2024

Popular Categories

Comments