A Milano ci vuole orecchio

Curiosando tra i tesori nascosti della città meneghina

Di Ugo Rossi

Perché ci vuole orecchio… diceva un testo dell’indimenticabile Enzo Jannacci grande artista che cantava Milano e la sua vita.  Ed è proprio nel capoluogo lombardo che questa frase trova la giusta collocazione. Siamo in via Serbelloni al numero 10 in zona Porta Venezia, dove si trova una costruzione liberty progettata da Aldo Andreani alla fine degli anni Venti. Il suo nome?  Casa Sola Busca conosciuta come “ Ca’dell’Oreggia” (casa dell’orecchio), nome che deriva dal grande orecchio bronzeo situato accanto al portone d’ingresso.

Casa Sola Busca conosciuta come “ Ca’dell’Oreggia” a Milano_Monumento bronzeo. Foto EnjoyItalyGo
Casa Sola Busca conosciuta come “ Ca’dell’Oreggia” a Milano_Monumento bronzeo. Foto di Nadia Patanè

L’opera appartiene all’artista Adolfo Wildt e rappresenta il primo citofono dell’epoca, anche se ora non è più funzionante. La leggenda narra che, se si bisbiglia un desiderio nell’orecchio, questo si avvererà. Perché non provarci? Un’ ultima curiosità. L’immagine dell’orecchio è stata usata dal cantautore Eugenio Finardi per la copertina del suo album “Acustica”. Basterebbe questo per concedersi una visita…

Villa Invernizzi_Milano_villa in via dei Cappuccini oggi abitata da 12 fenicotteri rosa he vivono lì dal 1970.
Villa Invernizzi a Milano, dove dimorano i fenicotteri rosa. Foto di Nadia Patanè

E se non vi basta fate qualche passo in più e vi troverete davanti a Villa Invernizzi. Sì. Proprio lui. Quello dei formaggini Mio e di tanti alti prodotti conosciuti in Italia e nel mondo (chi non ricorda Susanna Tutta Panna e la mucca Carolina?) Ma oltre ai formaggi, le grandi passioni di Invernizzi erano la filantropia e la natura. Proprio questi sono i motivi che spingono lui e la moglie ad acquistare una villa in via dei Cappuccini oggi abitata da 12 fenicotteri rosa che vivono lì dal 1970. Del resto chi non amerebbe un posto con un giardino così bello vicino al centro di Milano?

Villa Invernizzi in via dei Cappuccini a Milano, oggi abitata da 12 fenicotteri rosa he vivono lì dal 1970.
Villa Invernizzi in via dei Cappuccini a Milano, oggi abitata da 12 fenicotteri rosa he vivono lì dal 1970. Foto di Nadia Patanè

Ma attenzione! Per ammirare questi animali potete solo avvicinarvi alla struttura e guardare attraverso le recinzioni dove questi uccelli si concederanno alle vostre curiosità. Mica a tutti però.

A domenica prossima con il racconto di un’altra parte della nostra splendida Milano.

Ugo Rossi: Giornalista pubblicista mi occupo da anni di accoglienza alberghiera e comunicazione. Amo il nostro Paese che ritengo il più bello del mondo e cerco di regalare emozioni a chi lo viene a visitare. Il mio motto? Strenuo difensore dell’uso della nostra lingua, alle persone piene di sè, preferisco di gran lunga le persone piene di se. Collaboro con EnjoyItalyGo per diffondere le bellezze italiane nel mondo.

La polenta col brasato è una ricetta che piace molto in Lombardia e spesso la si trova nei menù dei ristoranti
È “Futura“ il nuovo logo delle Olimpiadi Invernali di Milano-Cortina 2026.

Redazione EnjoyItalyGohttp://www.enjoyitalygo.com
Viaggiamo in Italia alla scoperta di luoghi meravigliosi da proporti per farti vivere un'esperienza unica ed indimenticabile. Noi della redazione di EnjoyItalyGo siamo prima di tutto un gruppo di amici che condivide la passione per il turismo e lo vede da prospettive differenti. Ciascuno di noi vive il turismo quotidianamente lavorandoci dentro! Silvia, Ugo e Jack operano nell'Hospitality a stretto contatto sia con i manger dell'ospitalità che con gli Ospiti dell'albergo; Ambra è un Hotel Manager; Elena è un vulcano di idee in costante eruzione e ha un punto di vista mooolto curioso ed autentico, mentre Olga è arrivata in Italia da turista e qui è rimasta avendo trovato l'amore. Andrea è appassionato di storia e di sport Abbiamo unito idee e talenti per metterli a vostra disposizione. Parlarti dell'Italia per noi è passione, emozione, è farti fare un'esperienza. Il Bel Paese è ricco di tutto questo, nella sua storia, all'interno di una ricetta o di un bicchiere di vino, dentro un museo. Passeggiando tra le vie di borghi e città oppure fra sentieri immersi nella natura, scoprirai con noi angoli insoliti ed affascinanti. resta solo da preparare la valigia e partire! Buona lettura La Redazione di EnjoyItalygo

Related Stories

Discover

Glamping tra le giraffe

Glamping, un'esperienza immersiva tra gli animali del parco faunistico Zoom di Torino.

Il Consorzio del Collio si tinge di rosa

Direzione al femminile in Friuli Venezia Giulia per il Consorzio di Tutela Vini Collio....

E’ francese la bottiglia di vino da record battuta...

La celebre casa d'aste fiorentina Pandolfini specializzata nel settore del vino con l'ultima asta...

Between Chambave and Saint-Marcel, an all-round sporty landscape.

By Silvia Sperandio Translated by Jack Davidson Walmsley A new landscape area will enhance all the...

Triora e il borgo delle streghe

La Liguria nel suo entroterra ospita da oltre 500 anni il borgo delle streghe, Triora.

La pastiera napoletana: storia e origini del dolce di...

Pasqua a Napoli: un’associazione che ci proietta subito in una dimensione di festa, famiglia,...

Popular Categories

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here