Festival Manu Scribere a Bologna

Il Festival Manu Scribere si svolge nel centro storico di Bologna in Sala Borsa (Piazza Nettuno, 2) da sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre ed è completamente dedicato ai giovani. A dialogare con loro ci sono scienziati, scrittori, artisti, grafologi e calligrafi che in 14 incontri si confronteranno con riflessioni sull’importanza dello scrivere a mano.

Il Festival è organizzato da AGI, Associazione Grafologica Italiana in collaborazione con l’Istituto Internazionale G. Moretti di Urbino e la Campagna per il Diritto di scrivere a mano.

Il festival gode del patrocinio dell’UNESCO, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna, della Biblioteca Sala Borsa, dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, dell’INDIRE e dello IAAD.

Foto: Bolgna, Piazza del Nettuno.

«Questa edizione del festival mira a sensibilizzare il pubblico sull’importanza di educare fin da piccoli alla scrittura a mano e della necessità di tutelare la scrittura come patrimonio immateriale dell’umanità – dichiara Guglielmo Incerti Caselli, presidente dell’Associazione Grafologica Italiana. Può certamente apparire paradossale, quasi provocatorio, portare in piazza la scrittura a mano in un momento storico in cui sembra destinata a tramontare. Eppure mai come in questi ultimi anni se ne parla e se ne stanno riscoprendo i benefici in ambiti di studio anche molto distanti fra loro. AGI vuole difendere il valore della scrittura a mano come grande e insostituibile patrimonio dell’uomo, che trova nella scrittura la sua vera espressione unica e inimitabile».

Auditorium sala Borsa_Festival Manu Scribere a Bologna

L’apertura della manifestazione vede protagonista l’on. Federico Mollicone, Presidente della Commissione VII – Cultura, Scuola, Università, Scienza, Ricerca, Editoria e Sport, e l’on. Monica Ciaburro, prima firma per il disegno di legge per l’istituzione della “Giornata nazionale della Scrittura a Mano”

Tutti gli incontri hanno un elevato profilo culturale e divulgativo, si affianca a questi un Evento speciale che vede ospite Cochi Ponzoni che in dialogo con l’attore Marco Pagani racconta del suo intenso rapporto con la scrittura.

Gli eventi sono suddivisi in varie sezioni:

  1. L’adolescenza e il suo mondo.
  2. Universo giovani.
  3. Mondo bambino.

Nella sezione “l’adolescenza e il suo mondo” nella giornata di sabato 30 si inaugura il Festival con la lectio di Marco Aime, scrittore e docente di Antropologia culturale all’Università di Genova, che parlerà di “Antropologia della scrittura” a cui seguiranno altri incontri destinata al targe adolescenziale.

Guglielmo Incerti Caselli

Si segnala inoltre l’ultimo incontro del mattino tra la scrittrice e autrice di libri per bambini e ragazzi Annalisa Strada che dialogherà con Guglielmo Incerti Caselli sull’importanza della scrittura a mano nella scuola italiana.

Nella sezione “universo giovani” Carlo Nofri, portavoce del Coordinamento Nazionale delle Città Unesco dell’Apprendimento e Direttore del Festival della Calligrafia di Fermo parlerà del “Riconoscimento Unesco della Scrittura Manuale come Patrimonio Immateriale dell’Umanità” su cui AGI sta lavorando alacremente. Gli altri incontri si focalizzeranno sulla street e urban art. Conclude la prima giornata in questa sezione il grafologo Antonello Pizzi, autore del libro Psicologia della scrittura (Armando editore) con un intervento dal titolo “Modelli grafici giovanili nel mondo”.

Nella sezione “mondo bambino” Padre Fermino Giacometti, presidente dell’Istituto Grafologico G. Moretti di Urbino, farà “Alcune riflessioni tratte dallo studio di scritture di bambini”.

Il festival si concluderà con la conferenza di Patrizio Bianchi, economista e politico italiano, già ministro dell’Istruzione col governo Draghi, su “Educazione, emozione e creatività nello sviluppo individuale e sociale”.

Patrizio Bianchi

Infine, vi sono alcuni laboratori con esperienze hands on con Laboratori di gioco e prescrittura guidati dall’esperta grafologa ed Educatrice del Gesto Grafico Nadia Zanzottera e Laboratori di calligrafia che saranno condotti dal calligrafo e amanuense Aldo Iotti. Per ulteriori informazioni sul sito www.manuscribere.it si possono trovare numerosi dettagli utili per partecipare a questa iniziativa sulla scrittura.

Teresa Tardia
Teresa Tardiahttps://www.ttardia.it/
Specializzata nell’area delle risorse umane e people management. Executive e Corporate Coach a livello individuale, business Executive e di Team. Formatrice e Consulente con lo scopo di valorizzare le persone e il proprio potenziale. Svolge attività di Mentoring sia per i Coach che a livello manageriale. Sviluppa anche assessment aziendali. Il target di riferimento è rappresentato da aziende nazionali e internazionali con una spiccata attenzione alal gestione delle persone, sviluppo dei talenti e creescita. La sua mission è quella di rafforzare e sviluppare il potenziale delle persone verso nuovo mete, obiettivi e superare ostacoli, dare u n senso alle cose con gratitudine e riconsocimento di sè e degli altri.

Related Stories

spot_img

Discover

Scoprire l’Alta Valle Brembana con “Le Erbe del Casaro”

Un'Esperienza Enogastronomica Unica Se sei alla ricerca di un'esperienza autentica che unisca natura, cultura e...

Yukimura Dojo Parabiago sugli imminenti Tatami Internazionali

Due atleti straordinari nel mondo dello sport dello Yukimura Dojo di Parabiago sfideranno i loro avversari sul palcoscenico internazionale delle gare di arti marziali. Luca Laveglia e Stefano Parmigiani, entrambi cinture nere di Nippon Kempo, porteranno l'onore dell'Italia rispettivamente in Messico e in Giappone nel corso del 2024.

Il vino come fulcro del turismo: Una prospettiva italiana

Nel pittoresco borgo di Dozza, gioiello incastonato nelle colline dell'Emilia-Romagna, si terrà un evento senza precedenti destinato a illuminare il ruolo del vino nel panorama turistico italiano. Il convegno "Il ruolo del vino come driver turistico", organizzato con cura da Enoteca Regionale Emilia-Romagna, Fondazione Dozza Città d’Arte e il Comune di Dozza, si terrà venerdì 10 maggio alle ore 17:00, nella maestosa cornice della restaurata Sala Grande della Rocca di Dozza (BO).

Viaggia in Friuli con i treni storici

Un viaggio a bordo dei treni storici nel cuore del Friuli, ecco come puoi prenotare i tuoi biglietti e altre informazioni utili.

Scopri il Friuli Venezia Giulia con il Trenino Storico

In Friuli fino al 15 dicembre, sono previsti ben 24 appuntamenti che ti condurranno alla scoperta della regione con i treni storici

In Friuli con i Treni Storici a Luglio, Agosto,...

Visita il Friuli con i treni storici con un calendario ricco di appuntamenti ed itinerari fra storia e natura per tutta l'estate 2024

Popular Categories

Comments