Parma il Museo Casa natale Arturo Toscanini

In occasione del 67° anniversario della morte del maestro Arturo Toscanini, avvenuta il 16 gennaio 1957 l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma – Casa della Musica e Fondazione Arturo Toscanini ricordano la scomparsa del Maestro parmigiano con la tradizionale commemorazione che si svolgerà domani, presso il Museo Casa natale Arturo Toscanini, in borgo Rodolfo Tanzi 13 con un’apertura straordinaria.

La commemorazione avrà inizio alle ore 11.30, con la deposizione di una corona d’alloro ai piedi del busto del Maestro nel cortile interno al Museo che sarà liberamente visitabile dalle ore 10.00 alle 18.00

Arturo Toscanini il Maestro

Arturo Toscanini nasce in Emilia-Romagna a Parma il 25 marzo 1867, da giovanissimo studia musica lirica presso la Regia Scuola di Musica dove approfondisce la conoscenza di armonia, composizione e violoncello diplomandosi con lode. Nel 1886. Il suo innato talento lo porta giovanissimo, a soli 19 anni, a dirigere a Aida mentre nel 1895 è chiamato al Regio di Torino dove dirige la prima della Bohème di Puccini. Il suo successo e la fama di grande maestro arrivano fino al teatro più famoso all’epoca in Lombardia, e non solo, Toscanini viene chiamato a dirigere l’orchestra del Teatro Alla Scala di Milano ma la sua bravura non ha eguali e il suo talento raggiunge terre lontane.

La fama del Maestro ai primi del ‘900 espatria arrivando fin oltre oceano, alle porte di New York dove lo porta a dirigere al Metropolitan affiancando all’inizio Gustav Mahler per poi recarsi in Israele nel 1936 per l’inaugurazione dell’ Orchestra di Palestina. Nel 1937 torna a New York inquanto la RCA crea per il lui un’orchestra destinata a trasmissioni radiofoniche e successivamente anche televisive, e le cui interpretazioni attraverseranno il mondo portando la fama di Toscanini a livello planetario.

Nel 1946, dopo la Seconda Guerra Mondiale, Toscanini rientra in Italia per dirigere il concerto inaugurale della Scala ricostruita dopo i bombardamenti. Seguono molti impegni e progetti, ma la salute precaria lo costringe a lunghi periodi di riposo.

Il 16 gennaio 1957, in seguito ad una trombosi cerebrale, Toscanini muore nella sua villa di Riverdale, presso New York.

Emilia-Romagna: Il Museo Casa natale Arturo Toscanini

La casa dove nacque il Maestro Arturo Toscanini, è diventata un museo e ospita documenti e oggetti personali che hanno caratterizzato la vita del Maestro. Le stanze, originali della metà del secolo diciannovesimo, sono state riorganizzate per esporre locandine, dipinti e fotografie del Maestro durante le sue esperienze italiane e straniere. Il Museo Casa natale Arturo Toscanini si trova in Emilia-Romagna a Parma, città strategicamente situata tra l’Appennino tosco-emiliano e la Pianura Padana, punto di partenza perfetto per visitare i principali luoghi di interesse limitrofi.

Info utili: Il Museo Casa natale Arturo Toscanini

Il Museo Casa natale Arturo Toscanini fa parte dei Musei della Musica di Parma, insieme ai Museo dell’Opera e Museo Casa del Suono. I museo sono aperti al pubblico dal mercoledì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.00 e l’ingresso è gratuito.  Per informazioni è possibile contattare la Reception della Casa della Musica al numero di telefono +39 0521 031170 o il Museo Casa natale Arturo Toscanini al numero +39 0521 031769. E’ sempre possibile consultare il sito di riferimento per essere aggiornati su news ed eventi qui.

Silvia Sperandio
Silvia Sperandiohttp://www.enjoyitalygo.com
Professionista dell'Hospitality e Tourism Solution Developer, lavora nel turismo da sempre valorizzando il territorio locale. E' stata Food & Beverage Manager alla Hilton Garden Inn, Front Office Manager e Concierge Les Clefs d'Or . Formatore certificato Cepas/ Bureau Veritas al nr 289 del Registro dei Corsi Qualificati. Dal 2017 organizza corsi di formazione professionale per varie realtà fra le quali: A.L.P.A. e U.I.P.A. Les Clefs d'Or; Formazione continua; Formazione finanziata e aziende. EnjoyItalyGo è il suo progetto editoriale, di cui è fondatrice ed editore, attraverso il quale desidera far conoscere l’Italia nel mondo. E' innamorata dell’Italia e insieme ai talentuosi autori di EIG e ai molti professionisti con cui collabora, desidera portare la cultura del Bel Paese nel mondo.

Related Stories

spot_img

Discover

Horti Aperti: Il Festival del Verde a Pavia

Preparati per la terza edizione di Horti Aperti! Il festival del verde torna a Pavia il 21 e 22 settembre 2024. Due giorni imperdibili dedicati alla biodiversità, sostenibilità e alla bellezza dei giardini. Conferenze, workshop e una mostra mercato con i migliori vivaisti italiani

Orti Botanici della Lombardia: Un Rifugio di Biodiversità nel...

Scopri gli eventi di giugno negli Orti Botanici della Lombardia e l'importanza della biodiversità urbana. Partecipando alla Festa del Solstizio d’Estate, potrai esplorare la natura in città e imparare di più sulla conservazione delle piante.

Rimini, la Destinazione Imperdibile per Tutto l’Anno

Scopri l'Emilia Romagna e vivi Rimini tutto l'anno! La città romagnola, con un aumento del turismo del 12,8% nel 2024, offre eventi imperdibili come la Biennale del Disegno e Rimini Wellness. Perfetta per vacanze culturali, sportive e di benessere, Rimini rappresenta il cuore pulsante di una regione ricca di storia, bellezze naturali e gastronomia eccellente. Esplora l'Emilia Romagna e lasciati sorprendere dalla sua ospitalità e dalle sue attrazioni uniche.

Scoprire l’Alta Valle Brembana con “Le Erbe del Casaro”

Un'Esperienza Enogastronomica Unica Se sei alla ricerca di un'esperienza autentica che unisca natura, cultura e...

Yukimura Dojo Parabiago sugli imminenti Tatami Internazionali

Due atleti straordinari nel mondo dello sport dello Yukimura Dojo di Parabiago sfideranno i loro avversari sul palcoscenico internazionale delle gare di arti marziali. Luca Laveglia e Stefano Parmigiani, entrambi cinture nere di Nippon Kempo, porteranno l'onore dell'Italia rispettivamente in Messico e in Giappone nel corso del 2024.

Il vino come fulcro del turismo: Una prospettiva italiana

Nel pittoresco borgo di Dozza, gioiello incastonato nelle colline dell'Emilia-Romagna, si terrà un evento senza precedenti destinato a illuminare il ruolo del vino nel panorama turistico italiano. Il convegno "Il ruolo del vino come driver turistico", organizzato con cura da Enoteca Regionale Emilia-Romagna, Fondazione Dozza Città d’Arte e il Comune di Dozza, si terrà venerdì 10 maggio alle ore 17:00, nella maestosa cornice della restaurata Sala Grande della Rocca di Dozza (BO).

Popular Categories

Comments