IHL – Division I, 3a giornata del master round e qualification round

IHL – Division I, 3a giornata del Master Round e Qualification Round

di Andrea Scheurer

Questo weekend si è disputato un’altra giornata del campionato IHL Division I: la 3a giornata del Master Round e del Qualification Round. Nella 3a giornata del Master Round il Bolzano vince a Torino e resta al comando in solitaria del master round. Il Piné tramortisce i Bears, mentre i Bulldog trovano i primi due punti contro Cadore. Nel Qualification round il Feltre espugna Chiavenna, mentre gli Old Boys vengono sconfitti dal Vinschgau.

ihl division 3a giornata
Foto di Carola Semino

Master Round

Il Bolzano/Trento si impone a Torino.

Il Bolzano / Trento si impone a Torino con un perentorio 10 a 0 e mantiene la testa solitaria del Master round. Il Real Torino è riuscito a resistere solo nel primo tempo, chiuso comunque sotto 0-2 per via dei gol di Gherardi e Zandonà nel finale. Poi non c’è stata partita.

Altre tre marcature del Bolzano/Trento nel drittel centrale sono arrivate a firma di Bedin, Torresani e Crivellari, quindi nel terzo gli ospiti hanno completamente dilagato. Tava, Schimd e Deanesi hanno portato a 8 il parziale ospite, Colucci ha lasciato il posto a Battiston tra i pali torinesi ma ancora Schmid e Emiliano hanno chiuso il punteggio sullo 0-10 in favore degli ospiti.

Il Pinè tramortisce i Bears per 15:0 

Ancora più divario tra il Pinè e il Milano Bears. I trentini, alla terza vittoria consecutiva in altrettante uscite e secondi in classifica, hanno approfittato di un Milano ridotto ai minimi termini come roster e potenzialità.

Il primo tempo si è chiuso sul 7-0 con i gol di Bertoldi, Biasioni (2), Lauton (2) e De Carli (2). Ancora De Carli, Colombini e una doppietta di Girardi hanno fissato il parziale sull’11 a 0 alla seconda pausa, prima che nel terzo drittel Colombini Dallabona, De Carli e Biasioni fissassero lo score finale sul 15 a 0.

Primi punti dei Bulldogs nel Master Round dopo la vittoria all’overtime contro il Cadore 

I Bulldogs trovano i primi due punti del Master round vincendo all’overtime contro il Cadore. Per i Bulldogs era un match da non sbagliare per rimanere in scia delle avversarie. Di fronte un HC Cadore che si è dimostrato assolutamente tosto, e capace di colpire al 3,01 con Toffoli quindi, dopo aver sofferto la reazione Valpe, ecco il bis di Talamini al 13,51.

I Bulldogs creano tanto ma riescono a segnare solo al 23,08 con Payra, quindi in chiusura di frazione centrale Long riesce a impattare sul 2-2. I cadorini sono però micidiali nel saper sfruttare le chance a disposizione e al 46,51 tornano avanti con Larcher che trova il 2-3.

Furente la reazione dei Bulldogs che, attaccando nel finale senza portiere, riescono quantomeno a pareggiare i conti con Martina al 59,53. Nel supplementare è poi Gay a firmare il punto decisivo del 4-3, un risultato che però fa quasi meglio al Cadore che ai torresi.

Qualification Round

Il Val Venosta vince il recupero della prima giornata a Milano contro gli Old Boys 

Sabato si è giocato il recupero del primo turno tra Old Boys e Val Venosta. Nettissima la differenza a livello tecnico tra le due squadre, con gli altoatesini a segno al 2,20 con Pircher e al 5,29 con Boaretto. Gara indirizzata presto quindi, e ospiti sempre in controllo del match.

Poche le occasioni per i meneghini, trafitti ancora al 22,34 da Vucemillo per il tris ospite, quindi il gol di Linser al 34,33 è quello del definitivo 0-4. Val Venosta che dunque si rilancia e sale in seconda posizione.

Il Feltreghiaccio espugna Chiavenna per 2:1

Il Feltre, imbattuto sin qui, vince con fatica a Chiavenna e mantiene il comando del Qualification Round. A sbloccare il match ci ha pensato il solito Matteo Dall’Agnol all’8,31, ma i lombardi sono assolutamente rimasti in partita.

Gherardi ha impattato sull’1-1 al 25,08, quindi per lunghissimi minuti la sfida è rimasta bloccata nonostante la maggior pressione dei feltrini. Bravo a resistere il goalie di casa Guanella, il quale però si è dovuto arrendere al 59,39 ancora a Matteo Dall’Agnol, autore del decisivo gol dell’1-2 feltrino.

I Gladiators vincono contro gli Old Boys 

Più equilibrata la sfida domenicale tra Old Boys e Aosta. Sono proprio i meneghini a colpire per primi grazie a Tremolada al 12,39, ma nel secondo tempo i Gladiators si scatenano. Dopo soli 62 secondi Gianni pareggia i conti, quindi al 22,17 è Garber a trovare il sorpasso aostano.

Garau fa tris al 26,33, ma gli Old Boys reagiscono e accorciano già al 28,20 con Cesarini. 25 secondi dopo la boa di metà partita arriva però il punto del 2-4 di Fanelli, l’ultimo di una gara che i Gladiators si portano a casa controllando nel finale.

Riparte l'Italian Hockey League
Andrea Scheurer collabora con EnjoyItalyGo
Andrea Scheurer

Svizzero e italiano. Laureato in Storia Medievale. Da sempre amante dei castelli, percorro le strade della mia amata città, e non solo quelle, provandole ad immaginare nei secoli passati. Grande appassionato e tifoso di sport, in particolare dell’hockey su ghiaccio. Gioco da anni in una squadra amatoriale. Linkedin

Related Stories

Discover

E’ francese la bottiglia di vino da record battuta...

La celebre casa d'aste fiorentina Pandolfini specializzata nel settore del vino con l'ultima asta...

Between Chambave and Saint-Marcel, an all-round sporty landscape.

By Silvia Sperandio Translated by Jack Davidson Walmsley A new landscape area will enhance all the...

Triora e il borgo delle streghe

La Liguria nel suo entroterra ospita da oltre 500 anni il borgo delle streghe, Triora.

La pastiera napoletana: storia e origini del dolce di...

Pasqua a Napoli: un’associazione che ci proietta subito in una dimensione di festa, famiglia,...

Le Anteprime dei vini toscani

Si parte a Firenze con "Chianti Lovers & Rosso Morellino" Il debutto è stato a Firenze come...

Cecco Angiolieri. Il dissoluto padre della lingua italiana

Al termine dell'anno delle celebrazioni dantesche vogliamo portarvi alla scoperta di Cecco Angiolieri personaggio...

Popular Categories

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here