Umbria da vedere e prodotti tipici da gustare

Il pecorino umbro

Umbria, cuore verde d’Italia, luogo meraviglioso dove trascorrere le vacanze all’aria aperta immersi nella natura. Molte sono le attività che questa bellissima regione offre e oggi vorrei parlarti della gastronomia tipica umbra. Si parte dalla gita in campagna attraversando le colline di Spoleto, dove lungo la strada si incontrano tra l’altro la via dell’olio, quella del vino di cui parleremo più avanti, per arrivare in una fattoria davvero speciale dove si produce l’oro bianco dell’Umbria: il pecorino.

Ebbene sì, in Umbria ci sono tantissimi allevamenti di pecore e quindi c’è anche una favolosa produzione di delizioso e profumato pecorino dal sapore dolce o piccante e salato.

Umbria_Spoleto_Agriturismo Il Pianaccio. Foto di Silvia Sperandio per EnjoyItalyGo. Messaggio pubblicitario.

All’agriturismo Il Pianaccio, nella frazione di Spoleto a San Martino In Trignano, il titolare ti accoglie con grande cordialità. La giornata inizia con la bellissima visita della fattoria, che farebbe impazzire di gioia ogni bambino. Ci sono tanti animali e l’ambiente è accogliente e rilassante.

Gli animali della fattoria

Ci sono le grandi e calme mucche che se ne stanno beate nella loro stalla a guardare curiose i turisti. Le pecore e gli agnelli ti accolgono con un gran belare mentre muovono i loro codini, sembra quasi che stiano intonando un’allegra canzoncina per l’arrivo dei bambini. Che gioia vederle pascolare all’interno del grande prato cintato dove di fianco si trovano i vicini di stalla, gli asinelli.

Libere di ruspare nell’aia scorrazzano invece le galline e il gallo che di tanto in tanto richiama all’attenzione con il suo sonoro chicchirichì.

L’arte casearia e il formaggio pecorino

E’ proprio passeggiando fra gli animali della fattoria che si incontra la signora Leidis, masto casaro del caseificio dell’azienda agricola Il Pianaccio. Dai vetri del laboratorio caseario, la vedi indaffarata con la sua aiutante tra vasche piene forme di formaggio fresche appena fatte e non appena si apre la porta del punto vendita l’accoglienza è meravigliosa mentre un delizioso profumo di formaggio fresco ti avvolge! Che profumo, le narici vengono stuzzicate mentre l’acquolina sale e non vedi l’ora di entrare.

Tra le specialità di Leidis c’è sicuramente la produzione di formaggio di pecora meglio conosciuto con il nome di pecorino. Le caciotte sono di piccole dimensioni 2-3kg, il colore varia da un bianco panna per il pecorino fresco, ad un giallo paglierino molto chiaro per il formaggio più stagionato. Anche il sapore cambia sia in base alla stagionatura, da più dolce se il formaggio è fresco a piccante quando il pecorino rimane a stagionare più a lungo. Ma il sapore del formaggio deriva anche dall’alimentazione delle pecore che qui a Spoleto pascolano in grandi prati ricchi di piante spontanee.

Gite all’aria aperta

Se le erbe sono la vostra passione, nei prati dell’Umbria ne trovate una gran varietà soprattutto in primavera, dal tarassaco alla borsa del pastore, agli strigoli, cardi, asparagi selvatici e molte altre specie che crescono spontanee in ambienti dall’aria e dal terreno puliti, lontani dall’inquinamento. A Spoleto c’è un’associazione che organizza passeggiate nei campi alla ricerca delle piante spontanee commestibili e vi assicuro che è bene saperle riconoscere perchè con le più buone si preparano piatti deliziosi come la torta pasqualina preparata con erbe di campo e ricotta di pecora….. da provare. All’agriturismo Il Pianaccio trovate tantissime deliziose specialità tipiche e genuine.

Curiosità a tavola

Lo sapevate che in Umbria un piatto tipico è il prosciutto crudo tagliato al coltello, servito con il tipico pane bianco senza sale che ne compensa il sapore sapido, fave fresche appena sgusciate condite con un filo d’olio extra vergine di oliva ovviamente umbro, e delle fette di pecorino. Un piatto contadino, povero e semplice ma ricco di sapore.

Un’altra curiosità è data dalla fila di clienti che si crea davanti al punto vendita dell’agriturismo Il Pianaccio, quando Leidis annuncia che preparerà la ricotta. Dovete sapere che per gli spoletini la ricotta è buona quando è appena fatta, potremmo scherzosamente dire che la preferiscono appena munta, e se desiderate scoprire il motivo, compratevi un cesto di ricotta appena fatta e assaggiatela subito! se poi ve ne rimane…… ma ne dubito fortemente….. assaggiatela il giorno dopo e scoprirete sapori e profumi nuovi. La ricotta fresca è deliziosa con un filo d’olio extra vergine di oliva oppure se la volete in versione dolce, a Spoleto si serve con una bella spolverata di zucchero.

Vacanze nella natura

Ma l’agriturismo Il Pianaccio a Spoleto è il luogo ideale anche come punto di inizio di varie escursioni, che siano gite di un giorno alla scoperta del territorio e degli incantevoli borghi medievali come Montefalco, Bevagna, Todi, Trevi. Oppure per gli sportivi amanti della bici, a Spoleto ci sono chilometri e chilometri di piste ciclabili che costeggiano colline di ulivi e vigneti, passano vicino a prati infiniti e a monumenti storici risalenti all’epoca romana come ad esempio le Fonti del Clitunno. Per chi invece ama la pace e la contemplazione, l’Umbria e la zona di Spoleto è disseminata di monasteri, luoghi sacri, chiese e basiliche meravigliose con affreschi ben conservati e in alcuni casi sono presenti chiese risalenti all’epoca romana. E se proprio volete godervi il relax e il dolce far niente, c’è sempre la piscina e i lettini per prendere il sole.

Silvia Sperandio
Silvia Sperandiohttp://www.enjoyitalygo.com
Professionista dell'Hospitality e Tourism Solution Developer, lavora nel turismo da sempre valorizzando il territorio locale. E' stata Food & Beverage Manager alla Hilton Garden Inn, Front Office Manager e Concierge Les Clefs d'Or . Formatore certificato Cepas/ Bureau Veritas al nr 289 del Registro dei Corsi Qualificati. Dal 2017 organizza corsi di formazione professionale per varie realtà fra le quali: A.L.P.A. e U.I.P.A. Les Clefs d'Or; Formazione continua; Formazione finanziata e aziende. EnjoyItalyGo è il suo progetto editoriale, di cui è fondatrice ed editore, attraverso il quale desidera far conoscere l’Italia nel mondo. E' innamorata dell’Italia e insieme ai talentuosi autori di EIG e ai molti professionisti con cui collabora, desidera portare la cultura del Bel Paese nel mondo.

Related Stories

spot_img

Discover

Scoprire l’Alta Valle Brembana con “Le Erbe del Casaro”

Un'Esperienza Enogastronomica Unica Se sei alla ricerca di un'esperienza autentica che unisca natura, cultura e...

Yukimura Dojo Parabiago sugli imminenti Tatami Internazionali

Due atleti straordinari nel mondo dello sport dello Yukimura Dojo di Parabiago sfideranno i loro avversari sul palcoscenico internazionale delle gare di arti marziali. Luca Laveglia e Stefano Parmigiani, entrambi cinture nere di Nippon Kempo, porteranno l'onore dell'Italia rispettivamente in Messico e in Giappone nel corso del 2024.

Il vino come fulcro del turismo: Una prospettiva italiana

Nel pittoresco borgo di Dozza, gioiello incastonato nelle colline dell'Emilia-Romagna, si terrà un evento senza precedenti destinato a illuminare il ruolo del vino nel panorama turistico italiano. Il convegno "Il ruolo del vino come driver turistico", organizzato con cura da Enoteca Regionale Emilia-Romagna, Fondazione Dozza Città d’Arte e il Comune di Dozza, si terrà venerdì 10 maggio alle ore 17:00, nella maestosa cornice della restaurata Sala Grande della Rocca di Dozza (BO).

Viaggia in Friuli con i treni storici

Un viaggio a bordo dei treni storici nel cuore del Friuli, ecco come puoi prenotare i tuoi biglietti e altre informazioni utili.

Scopri il Friuli Venezia Giulia con il Trenino Storico

In Friuli fino al 15 dicembre, sono previsti ben 24 appuntamenti che ti condurranno alla scoperta della regione con i treni storici

In Friuli con i Treni Storici a Luglio, Agosto,...

Visita il Friuli con i treni storici con un calendario ricco di appuntamenti ed itinerari fra storia e natura per tutta l'estate 2024

Popular Categories

Comments